Pagine

mercoledì 24 marzo 2021

INSEGNAMENTI DI LAO TZU

 


Quando il governo non è invasivo il popolo è molto puro.

In un lontano passato gli esseri umani seguivano la via della virtù, creando spontaneamente la pura semplicità. e la libertà dalle costrizioni artificiali. 

Con il tempo la società si deterioro' e tutti cominciarono a perdere la loro mente innocente. 

La società funzionava quando la terra era sottomessa allo Spirito che tende alla libertà e alla perfezione.

 I Governanti avevano  regole  direttive, ma nessuna sanzione o punizione, tuttavia il popolo li seguiva. 

Più tardi nella società umana il popolo giunse a gradire e a desiderare le cose e l'intelligenza fu sedotta dall'esteriorità. La vita essenziale perse la sua consistenza.

La civiltà iniziò a svilupparsi sul piano materiale, ma creò con sè la pratica della schiavitù e tecniche politiche di controllo mentale. Alla fine però entrò in crisi a causa della corruzione umana e della degenerazione mentale e sociale di quest'epoca degli ultimi giorni.

Quando diminuisce la purezza si perde la semplicità; ci si allontana dalla via. Sorgono l'astuzia e l'artificio, insegnamenti cinici pretendono di essere Saggezza. Poesia e Prosa sono utilizzate per ottenere fama e onori. Ognuno vuole impiegare la conoscenza e l'arte per avere riconoscimenti in società e perde così il contatto con la Fonte Suprema. 

I corpo e la mente costituiscono un'unità, sia nell'individuo che nella società. Pertanto la salute fisica e mentale dovrebbero comportare l'aiuto reciproco  basato su un soddisfacimento equilibrato dei bisogni. 

Gli eccessi venivano considerati distruttivi per l'individuo. L'avidità era considerata la causa principale dell'impoverimento e della distruzione dei suoi abitanti, nonchè della frenesia della gente.

I Re saggi arricchiscono il loro popolo, i re dispotici arricchiscono le loro terre. Quando i Capi non lo sfruttano, il popolo diventa naturalmente ricco; quando i capi non lo manipolano il popolo diventa naturalmente civile. 

Governa la mente e non sarai a caso felice o adirato. Quando non sei turbato nè da fortuna nè da sfortuna allora sei in accordo con la ragione e con la quiete. Quando sei nella quiete non aduli gli uomini nella speranza di ricompense o nella paura di punizioni. Quando non ti manca il necessario no danneggi la tua natura con l'avidità. Quando i tuoi desideri non sono smodati, allora nutri la vita e conosci l'appagamento.

Tutto ciò non và cercao all'esterno ma si raggiunge volgendosi alla propria interiorità.

La grande visione è una società guidata dalla saggezza, in cui tutti gli uomini possono esprimere la loro individualità ed esercitare le loro particolari capacità per il bene personale e per il bene collettivo. 

Quando i saggi governano il popolo fanno in modo che tutti seguono le loro nature individuali , che siano sicuri nelle loro case , che vivono dove si trovano bene, che lavorano a ciò che sanno fare  e che diano il meglio di sè. In questo modo tutti saranno alla pari e nessuno oscurerà l'altro. 


Nessun commento:

Posta un commento